Su via Libertà inascoltati residenti e commercianti

large_5714238288-768x317Nonostante i rischi di incremento del traffico e dell’inquinamento segnalati dal Pd e l’opposizione di residenti e attività commerciali che avevano raccolto 400 firme in proposito, sono in corso i lavori per trasformare a senso unico un tratto di via Libertà, a Vignola. La nota del Pd vignolese:

L’inizio delle scuole è stato un banco di prova importante per via Libertà, oggetto dei lavori di “riqualificazione” da parte della Giunta Smeraldi. Il progetto definitivo prevedrà la realizzazione di un senso unico verso via Matteotti a partire dalla stazione dei carabinieri fino a via Cesare Plessi. Sul progetto il Partito democratico si è espresso più volte nei mesi precedenti e più volte abbiamo cercato di rimarcare come la modifica della viabilità del tratto avrebbe congestionato il traffico, che avrà d’ora in poi solo un senso di marcia in cui defluire. In particolare le nostre preoccupazioni, evidentemente non condivise dall’assessore alla viabilità Smeraldi, erano relative non solo al traffico, dato che via Liberta è un’arteria strategica per la viabilità di Vignola, ma anche all’inquinamento, dovuto sia all’allungamento del tragitto per raggiungere la zona delle scuole sia alla mole più generale di mezzi in circolazione. Il doppio senso su via Libertà era stato, inoltre, oggetto di una petizione popolare che aveva raccolto oltre 400 firme, completamente ignorate dal sindaco, come ignorata è stata la richiesta di verifica dei flussi di traffico, dato che non esistono documenti (siamo tuttavia pronti ad esserne messi a conoscenza) che certifichino la necessità di un senso unico di questo tipo su una via dove sono localizzate anche molte attività commerciali. La scelta del senso unico appare, quindi, una scelta ideologica, frutto tra l’altro di miopia amministrativa, non basata su dati e sulle reali esigenze della comunità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *